Sicilia, Cosa Devi Assolutamente Mangiare!

Sicilia

Sicilia terra di Prelibatezze

La Sicilia può vantare una tradizione culinaria invidiabile. Ogni zona ha le proprie peculiarità, e ovunque ci si sposti non si corre certo il rischio di restare a stomaco vuoto o insoddisfatti.

Il territorio siciliano è infatti una cucina di prelibatezze uniche del loro genere.

Ce n’è davvero per tutti i gusti: dal pesce alla carne, passando per vari tipi di pasta, verdure e gli immancabili dolci.

Iniziamo dal primo pasto della giornata, la colazione.

La colazione in Sicilia è un pasto di tutto rispetto, da provare assolutamente la granita, colazione tipica per i mesi piu’ caldi .

RICETTA: Think donna

La granita è un dolce freddo tipico siciliano. Ogni zona ha la sua specialità: per i messinesi, ad esempio, è impossibile rinunciare alla granita di caffè con panna.

Nell’isola la granita al limone è un classico, pari alla granita alle mandorle, ma i bar propongono continuamente nuovi gusti e accostamenti per conquistare i palati più curiosi: dai gelsi al pistacchio, alla pera e cioccolato alla pesca, al melone e molti altri ancora.

La granita è in genere accompagnata dalla brioscia con il tuppo, per la sua tipica forma con una pallina in cima che ricorda uno chignon.

Sicilia
RICETTA: Moondo

Oltre la granita si può scegliere tra cannolo, cornetto, iris, treccia, e raviola di ricotta solo per citare alcune colazione tipiche, ottime per iniziare alla grande la tua permanenza in Sicilia, accompagnate da un ottimo caffe’ oppure una bella spremuta di arance siciliane.

Rimanendo in ambito di dolci come non citare la cassata siciliana , tipico dolce siciliano , torta di ricotta zuccherata(solitamente di pecora), pan di Spagna, pasta reale e frutta candita.

Dal dolce al salato!!

Se attraverso i propri  dolci la Sicilia è capace di prendere per la gola tutti i turisti che almeno una volta ne calpestano il territorio, anche in quanto a salato non si scherza affatto.

Iniziando dalla classica caponata, (capunata in siciliano) è un insieme di ortaggi fritti (per lo più melanzane), conditi con sugo di pomodoro, sedano, cipolla, olive e capperi, in salsa agrodolce, è generalmente utilizzata oggi come contorno o antipasto, ma sin da XVIII secolo costituiva un piatto unico, accompagnata dal pane.

Un altro importante piatto siciliano è la pasta con le sarde, di origini palermitane, preparata rigorosamente con i bucatini, dalle note agrodolci, la pasta con le sarde è un sapiente mix di sapori di terra con inebrianti profumi di mare.

Sicilia
RICETTA: Wined harma

Fra le più gustose specialità siciliane non potevano mancare , la pasta alla Norma che è caratterizzata da sapori tipicamente mediterranei: preparata con maccheroni, pasta corta è condita con pomodoro, melanzane fritte, ricotta salata e basilico.

RICETTA: Siciliani creativi in cucina

Il gusto dello Street food siciliano

Il cibo siciliano è legato anche fortemente alla tradizione di strada: sono tante le tipologie di street food che è possibile assaggiare camminando per le strade di una qualsiasi città dell’isola.

Partendo dall’arancinO, street food siciliano per eccellenza, lo puoi trovare in qualunque parte delle Sicilia, una deliziosa palla di riso ripiena con ragu’ e mozzarella, oppure da prosciutto e piselli, ma sono numerose le varianti .

RICETTA: Dissapore

A chi arriva a Lentini, cittadina barocca in provincia di Siracusa, può scoprire il cudduruni, focaccia ripiena condita con anciti (bietole selvatiche), broccoli neri o cipolla, con pecorino, estratto di pomodori secchi, olio extravergine.

Sicilia
RICETTA: Fornelli di Sicilia

Spostandoci a Catania, basta andare alla scoperta delle sue rosticcerie, troverete tante bonta da provare come la bolognese, la bomba, cartocciata e la cipollina.

Da provare assolutamente la siciliana, che all’aspetto ricordano i calzoni; sono fritte nell’olio e caratterizzate dalla farcia con tuma e acciughe. 

Non finisce qui. Perché la descrizione del cibo da strada catanese non può essere esaustiva se non si parla di arrusti e mancia, una tradizione che ha il suo cuore pulsante in via Plebiscito.

FONTE: City map sicilia

Quest’ultima, infatti, pullula di trattorie che servono di continuo carne cotta alla brace. Ci sono salsicce, costate di maiale, le tipiche cipollate (create arrotolando la pancetta attorno a un cipollotto) , ma soprattutto c’è la carne di cavallo. Proposta a fettine o come polpetta, la si mangia da sola o all’interno di un panino, arricchendola con il salamarigghiu, un intingolo preparato unendo olio, aceto, sale e origano.

A Catania, dopo il vostro tour culinario, non potete perdervi la fantastica acqua seltz, la bevanda piu’ popolare della citta’. Seltz , limone e sale. Bibita rinfrescante ma soprattutto super utile alla digestione XD.

Fonte: Italiani.catania

Spostandoci a Palermo, considerata una delle capitali internazionali dello street food, iniziamo da U pani câ meusa, si traduce letteralmente in “pane con la milza”, è una squisitezza tipica, Si tratta di un panino morbido, molto simile al panino per gli hamburger, che viene farcito con milza e polmone di vitello, che vengono prima bolliti e poi fritti.

Da provare assolumente, pane e panelle!

FONTE: Il giornale del cibo

Si tratta di un semplice panino ripieno di sottili frittelle preparate con farina di ceci, acqua e sale: le panelle appunto!

Semplicissimo e molto appetitoso, il pane con le panelle si può insaporire a piacimento con una spruzzata di succo di limone e una spolverata di pepe nero.

Altra delizia, “U Pani cunzatu” (pane condito) è sicuramente uno dei piatti più poveri della tradizione gastronomica siciliana. 

Sicilia
RICETTA: La forchetta sull’ atlante


In mancanza di condimenti più costosi, i siciliani fecero di necessità virtù e cominciarono a condire il pane fresco con ingredienti a basso costo e facilmente reperibili come ad esempio olio extravergine di oliva, pomodori, formaggio primo sale siciliano, origano e acciughe sott’olio.

Questo panino, più di ogni altro cibo, rappresenta la Sicilia e i suoi profumi

Stavo per dimenticare lo sfincione!

RICETTA: Giallo Zafferano

Una semplice focaccia morbida con pomodoro, cipolla, acciuga, caciocavallo, origano e un filo d’olio. Le trovate a un euro o poco più dai venditori ambulanti di sfinciuni, che si muovono da una via all’altra di Palermo a bordo di un ape (lapina in palermitano).

Cosa dire del cibo Siciliano, dolce o salato che sia, e’ sempre una goduria provarlo!!

ENJOY

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here